Asta semestrali Grecia, meno peggio del previsto

10 maggio 2011
Di

Oggi, la Grecia ha emesso titoli semestrali per un importo di 1,625 miliardi di euro, ottenendo un risultato meno pesante del previsto. Il rendimento annualizzato si è attestato al 4,88%, in rialzo di soli 8 punti base della precedente asta, quando i tiitoli avevano dato un tasso medio del 4,80%. Sostenuta anche la domanda, con un bid-to-cover pari a 3,58. Secondo indiscrezioni, pare che circa un terzo delle richieste provenisse dall’estero e questo potrebbe significare che dietro l’apparente calma di questa mattina ci potrebbe essere la mano invisibile della BCE, che più volte nell’ultimo anno è intervenuta a sostegno delle aste periferiche.

E che la tensione si sia leggermente ridimensionata, dopo il picco massimo di ieri, lo dimostra il mercato secondario, con uno spread sui decennali tedeschi, che si è portato a 1271 punti base, dopo il massimo di ieri a 1296 punti base.

Tuttavia, ciò non significa per nulla che l’allarme default sia meno temuto, dato che i cds oggi ci dicono che gli investitori giudicano la probabilità di un rischio default greco del 71%. In sostanza, lo danno per assodato. Assicurarsi sul debito greco, infatti, costerebbe oggi il 13,60%, circa 25 volte in più di un’assicurazione sul debito tedesco.

E non potrà che alimentare le tensioni anche il declassamento dei titoli ellenici, ad opera di Standard & Poor’s, che ha abbassato il suo rating da BB- a B, qualificandoli di fatto a peggio dei titoli spazzatura.

I rendimenti a cinque anni sono intanto scesi dai massimi dei giorni scorsi, portandosi al 21,45%.

In mattinata si era diffusa la voce di un immente sostegno europeo alla Grecia per ulteriori 60 miliardi; ipotesi poi smentita.

In questa situazione, si sconsiglia nella maniera più assoluta di azzardare acquisti su titoli del debito di Atene, anche per il segmento a medio-lungo termine, perchè la crescita vertiginosa dei tassi potrebbe mettere in pericolo anche la capacità nel lungo periodo della Grecia di potere ripagare il debito contratto.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture