Brovelli è nuovo presidente di Anifa: “necessario ampliare l’offerta nelle farmacie”

17 maggio 2011
Di

Stefano Brovelli è stato eletto presidente dell’associazione Anifa, a cui fanno capo tutte le industrie farmaceutiche che si occupano della realizzazione e della vendita di farmaci “da banco”, quelli rilasciabili senza ricetta (noti anche come OTC). Le aziende che si riuniscono sotto l’associazione sono 25 e costituiscono circa l’85% del mercato farmaceutico contrassegnato dal bollino rosso.

Nel 2010 i farmaci da automedicazione hanno rappresentato il 17,4% del mercato farmaceutico complessivo a volumi e l’11,4% a valori, costituendo un giro d’affari superiore ai 2 milioni di euro. Nonostante questo sia già un buon punto di partenza, secondo Brovelli i farmaci da banco possono raggiungere risultati ancora più soddisfacenti, ponendo le giuste premesse: “è indispensabile che Anifa continui a promuovere lo sviluppo di una cultura dell’automedicazione corretta e consapevole, ovvero della possibilità per i cittadini di curare efficacemente in prima persona patologie minori, potendosi avvalere, se necessario, del consiglio del farmacista e del proprio medico di fiducia”. Per questo ampliare l’offerta e dirigere un sempre più stretto rapporto con le autorità che garantiscono la qualità e l’efficacia dei prodotti sono le basi su cui Brovelli intende conseguire il proprio mandato adesso agli esordi. Brovelli succede all’ex presidente Sergio Daniotti, che ha rivestito la carica per 4 anni e due mandati.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture