L’amministrazione passa al Virtuale

19 maggio 2011
Di

I Giudici Amministrativi proprio in questi mesi sono impegnati in una sfida complessa ed al tempo stesso affascinante, ovvero, all’ applicazione del codice del processo amministrativo. Tra le disposizioni piu’ rilevanti e significative contenute nel nuovo testo vi sono quelle che intendono realizzare il processo informatizzato: per la prima volta le comunicazioni ed i depositi e tutti i rapporti fra gli uffici ed i difensori possono avvenire esclusivamente in via telematica. Inoltre, per gli avvocati, è previsto il deposito, insieme alle copie cartacee, di una copia digitalizzata di tutti gli atti ed i documenti difensivi, allo scopo di garantire la progressiva formazione del fascicolo virtuale. La giustizia amministrativa in questo modo, si pone all’avanguardia ed è pronta al momento in cui il legislatore deciderà di staccare la spina dal processo cartaceo. Un corretto avvio  del processo telematico richiede pero’ anche una attività di dematerializzazione di tutto il pregresso e, quindi, è in corso di realizzazione un importante progetto di digitalizzazione dei ricorsi dei dipendenti. Si sta compiendo anche un’altra iniziativa che consente l’interoperatività del nostro sistema si con quello dell’ avvocatura di Stato sia direttamente con gli studi legali dei difensori interessati. In alcuni tribunali questo progetto ha già ricevuto un positivo riscontro da parte del Foro. Il portale dell’avvocato consente ai difensori di conoscere lo stato di avanzamento dei giudici che li riguardano, gli atti ed i documenti del fascicolo, i provvedimenti via via emessi. Da tempo è inoltre operativa la “scrivania del magistrato” un software che consente ai nostri giudici di svolgere in materia informatizzata tutta la loro attività e di accedere al sistema informativo da qualsiasi posizione fissa o mobile.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture