Asta Spagna, ok rendimenti e domanda

20 maggio 2011
Di

Oggi, Madrid ha collocato 3,2 milioni di titoli di stato a 10 anni e a 30 anni. Dopo il banco di prova di due giorni fa, con le aste di Portogallo e Germania, che hanno registrato un buon esito, sebbene anche una crescita dello spread tra i titoli lusitani e quelli tedeschi, anche l’asta di oggi era vista come un’occasione per valutare gli umori degli investitori, visti i recenti sviluppi negativi degli ultimi giorni su più fronti: dall’arresto del numero uno dell’FMI, Dominique Strauss-Kahn, che potrebbe mettere a rischio un intervento di Washington a sostegno della Grecia, al paventato “default dolce” di Atene, agli scontri tra BCE e Ecofin sul da farsi per salvare i greci.

Nonostante tutto ciò, anche per la Spagna si è registrato un notevole successo. In particolare, Madrid ha offerto 2,5 miliardi di euro in titoli a dieci anni, ottenendo un rendimento medio del 5,395%, in calo dal precedente 5,472%. Quanto al segmento trentennali, l’offerta è stata di 724 milioni di euro, con un rendimento medio del 6,002%, contro il precedente 5,875%. 

Pertanto, i decennali ottengono una diminuzione dei rendimenti di circa 7-8 centesimi, mentre i titoli a 30 anni scontano un aumento di una decina di centesimi di aumento. Per entrambi i segmenti, la domanda è stata quasi doppia dell’offerta, sebbene in leggero calo dalle aste precedenti.

Complessivamente, dunque, la Spagna è riuscita a mantenere inalterati i suoi rendimenti, anche in un periodo poco felice per i periferici. Questo potrebbe essere il sintomo di una fiducia dei mercati a proposito del rischio di contagio, dopo l’approvazione del piano di aiuti per Lisbona e nonostante il caso Grecia.

Certo, è da tenere presente che i tassi spagnoli sono già abbastanza alti, se si considera, ad esempio, che il differenziale con i titoli tedeschi, sui trentennali, è già oltre 240 punti base. Tuttavia, le aste degli ultimi giorni spingono a ritenere che l’umore degli operatori non sia così pessimo.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture