Yandex, l’antagonista russo di Google, sbarca in borsa

25 maggio 2011
Di

Si appresta a sbarcare in borsa Yandex, il motore di ricerca che ha superato Google in Russia. L’arrivo in borsa di Yandex prevede di raccogliere sul mercato del Nasdaq circa 1,3 miliardi di dollari con un prezzo delle azioni compreso tra 24-25 dollari. Il gruppo hitech russo è destinato ad una valutazione complessiva di circa 8 miliardi di dollari, corrispondente a LinkedIn al momento dell’ingresso sul listino del Nyse.

Yandex richiama il 65% delle ricerche online degli utenti in Russia, dove Google non è mai riuscita a sfondare come in altre nazioni. Basta pensare che lo scorso marzo ha registrato 38,3 milioni di visitatori unici mensili. Secondo i documenti presentati alla Sec, l’equivalente della Consob in Italia, gli studi per progettare il motore di ricerca russo sono iniziati nell’anno della caduta del muro di Berlino, il 1989, anche se arriva su internet otto anni dopo, nel 1997, poco prima di “Big G”. Gli ideatori di Yandex sono due amici, Arkady Volozh, fondatore dell’allora startup tecnologica CompTek, ed il suo ex compagno di classe, Ilya Segalovich. Yandex ha ingrandito il suo raggio d’azione anche in Ucraina, Kazakistan e Bielorussia. Yandex l’anno scorso ha registrato un fatturato di 445 milioni di dollari, con un aumento del 43% rispetto al 2009. La forza di Yandex è stata anche la ricerca dei migliori talenti nel settore dell’hi-tech, scovati in tutto il mondo, anche negli Stati Uniti a Palo Alto, la prima sede di Google.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture