Pil, la media mondiale: ripresa moderata, in crisi in Giappone

25 maggio 2011
Di

Cresce la media mondiale del Pil, ma ancora in modo poco sostanzioso: le stime per il 2011 vedono un aumento del 4,2%, mentre nel 2012 si avrà una crescita leggermente superiore (4,6%).

Il Pil dei 27 Paesi che rientrano nell’Ocse crescerà del 2,3% nel 2011 e del 2,8% il prossimo anno. Nel 2010 l’aumento nelle stime del Pil si era affermato intorno al 2,9%. Nell’Eurozona si avranno invece dati più positivi anche se meno consistenti: crescita del 2% sia per il 2011 che per il 2012, mentre nel 2010 la ripresa si era comunque fermata intorno all’1,7%. Più vario il percorso di crescita negli Stati Uniti: se nel 2010 la crescita del Pil interno si era affermata intorno al 2,9%, quest’anno si fermerà al 2,6% per poi tornare a salire nel 2012 fino al 3,6%.

I dati più preoccupanti sono ovviamente relativi al Giappone, la cui economia è già e continuerà ad essere bloccata dalle catastrofi che hanno sconvolto il Paese questa primavera: per quest’anno è prevista una contrazione dello 0,9% per il Pil, in crescita lo scorso anno del 4%; la ripresa, meno forte, avverrà soltanto nel 2012, quando il Pil tornerà a crescere con n +2,2%.

In generale, gli aspetti più positivi che emergono dai dati sulla ripresa sono racchiusi nella sempre maggiore liberazione della ripresa dagli stimoli pubblici da cui era ancora dipendente.

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture