Avanzano oro e argento, mentre il cacao arretra

30 maggio 2011
Di

Mancano pochi giorni al lungo week-end del Memorial Day, che negli Usa da ufficialmente inizio alla driving season, ma il petrolio è rimasto poco variato, con il Wti a 100,59 e il Brent a 115,03 $/barile. Per tutte le materie prime la seduta è stata alquanto bloccata, a causa dell’effetto dei dati contrastati dall’economia statunitense e di un salto dell’euro fin sopra 1,43 dollari.

Oggi i mercati resteranno chiusi per festività sia negli Usa che in Gran Bretagna e tra gli investitori aleggiano molte incertezze su come posizionarsi in borsa. In finale hanno comunque prevalso i rialzi: gli acquisti hanno interessato soprattutto i metalli. Tra i non ferrosi all’Lme insieme al rame ha preso quota di oltre il 2% anche l’alluminio. Molto volatili sono state le quotazioni dei metalli preziosi, con l’oro che è arrivato a sfiorare 1.540 $/oncia e l’argento che ha segnato quota 38 $/oz, per poi ripiegare lievemente. Il frumento, in calo a a causa di qualche pioggia in Francia e Germania, ha invece guadagnato lo 0,6% al Cbot, superato nei rialzi dal mais (+1,7%). Su di oltre l’1% anche lo zucchero e il cotone, mentre sono arretrati il caffè ed il cacao.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture