Inflazione stabile a maggio: crescita dei costi ferma al +2,6% annuale

31 maggio 2011
Di

Nel mese di maggio per l’Italia si è mantenuto stabile il tendenziale annuo dei prezzi al consumo Nic, mentre l’armonizzato cresce in controtendenza a quanto è emerso proprio oggi per i Paesi della zona Euro. L’inflazione core resta sostenuta.

Come in altri Paesi si è rivelato particolarmente influente l’aumento dei prezzi per i gneeri alimentari a causa dell’apprezzamento delle commodities; allo stesso modo restano elevati i prezzi relativi al comparto degli hotel. Meglio invece i comparti abitazione e i trasporti; con il calo dei carburanti, scendono anche questi due dati. Le previsioni per i prossimi mesi annunciano che l’inflazione core è destinata a rimanere sostenuta anche nei prossimi mesi, rimanendo così il dato più preoccupante per chi, alla Banca Centale Europea, dovcrà stabilire i nuovi tassi di interesse. Il potere di acquisto andrà inoltre calando nel Bel Paese, a causa della crescente situazione di moderazione salariale. Queste le stime di Luigi Speranza, economista di Bnp Paribas.

L’indice dei prezzi al consumo italiano ha segnato una crescita congiunturale dello 0,1% e del 2,6% tendenziale nel mese di maggio, secondo quanto comunicato in data odierna dall’Istat.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture