Truffa calcio scommesse

1 giugno 2011
Di

16 arresti di calciatori in attività e “pensionati” per così dire, tutti implicati in un brutto giro di scommesse relative a partite di calcio. Un pool formato da agenti delle questure di Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli Piceno, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara, hanno messo in manette illustri calciatori tra cui spiccano Signori, ex nazionale, Bettarini, ex marito di Simona Ventura e Doni, capitano dell’Atalanta.

Signori, che davanti alle forze dell’ordine, racconta Repubblica, ha implorato pietà, avrebbe puntato la discreta somma di 150mila euro sulla partita Inter-Lecce. Le indagini sono durate ben 6 mesi e le perquisizioni hanno interessato sia le abitazioni degli indagati/arrestati, sia le ricevitorie, sia gli studi commercialisti.

Ecco tutti i nomi eccellenti, così come li chiama Repubblica: “Antonio Bellavista, ex capitano del Bari considerato uno dei coordinatori del gruppo, il difensore dell’Ascoli Vittorio Micolucci e il suo compagno di squadra  Vincenzo Sommese, oltre a Gianfranco Parlato, ex giocatore di serie B e C, attualmente collaboratore del Viareggio calcio. Sommese, ex capitano dell’Ascoli, era stato messo fuori rosa già lo scorso inverno dalla società bianconera. Micolucci ha invece contribuito fino alla fine del campionato, domenica scorsa, alla salvezza conquistata dall’Ascoli. Entrambi sono stati arrestati ad Ascoli. Parlato a Grottammare. Arresti anche per l’ex calciatore Mauro Bressan, 40 anni. L’ordinanza all’ex centrocampista di Fiorentina, Genoa, Venezia, Foggia, Bari, Cagliari e Como è stata notificata oggi nella sua abitazione di Cernobbio dalla squadra mobile comasca.Bressan ha vinto la coppa Italia del 2001 con la Fiorentina e ha poi concluso la sua carriera in Svizzera.”

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture