Asta Spagna: bene domanda, ma rendimenti salgono

3 giugno 2011
Di

Ieri, la Spagna ha collocato quasi 4 miliardi di euro in titoli del debito di tre e quattro anni. Il collocamento di Madrid riveste grande importanza, perchè riguarda uno stato osservato speciale, per i sospetti di rischio-contagio dal vicino Portogallo e soprattutto per la Grecia; perchè i titoli di ieri riguardano l’arco temporale maggiormente soggetto a rischio-insolvenza e perchè, infine, il caso Grecia in questi giorni sta scuotendo i mercati in modo drammatico.

Per l’esattezza, Madrid ha collocato 2,753 miliardi di euro in triennali, con scadenza 2014, ottenendo un rendimento medio del 4,037% annualizzato, in forte rialzo dal precedente 3,568% dello scorso 7 aprile; per il segmento a quattro anni, l’offerta è stata di 1,3 miliardi e il rialzo dei tassi è stato fortissimo, balzando dal 2,964% dello scorso 2 settembre 2010, mentre il rendimento di ieri è schizzato al 4,23%.

Complessivamente, la domanda è stata abbondante, pari a 10,3 miliardi e ciò è un segnale positivo, perchè indica che i mercati hanno ancora fiducia della Spagna; una fiducia, tuttavia, che essi desiderano ricompensata con tassi medi sopra il 4% annuo, per scadenze anche di pochi anni.

Quanto all’enorme balzo dei quadriennali, il più forte, forse, degli ultimi mesi in assoluto nell’Eurozona, esso deve essere imputato al fatto che facciamo riferimento a un’asta precedente, che risale a ben 9 mesi fa, quando era ancora del tutto diverso lo scenario dei mercati finanziari, che si erano allora ripresi dallo choc del caso Grecia a maggio.

Tuttavia, in generale, possiamo affermare che anche il forte rialzo sui triennali, pari a circa 50 punti base, è da considerarsi il segno di una fase non positiva per i titoli periferici, come conferma anche l’allargamento dello spread con i Bund tedeschi, in aumento di quattro punti base, nella seduta di ieri.

Malgrado, quindi, il rischio di contagio della crisi pare si sia attenuato, i titoli periferici continuano a soffrire, per le difficoltò evidenti del mercato monetario.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture