Nucleare: business e voto

5 giugno 2011
Di

Lo ha denunciato l’Enel a pochi giorni dalla tornata elettorale referendaria: sono stati rubati dei computer contenenti studi ed analisi preliminari sulle caratteristiche dei siti per gli impianti nucleari in Italia e all’estero. Il furto, molto strano a detta degli inquirenti, è avvenuto proprio negli uffici romani dell’Enel a Tor di Quinto.

Quel che stupisce è che mentre la preoccupazione dovrebbe essere rivolta al possibile uso speculativo che i ladri potrebbero fare dei documenti, all’eventualità cioè che possano influenzare le borse con una serie di indiscrezioni, i riflettori sono puntanti invece sulla strumentalizzazione politica. L’Enel si affretta a dire che non ci sono segreti industriali ma svelare anche soltanto il nome dei siti nucleari, potrebbe condizionare l’opinione pubblica.

In realtà i cittadini hanno già scelto se votare e cosa, ma hanno ancora sete di informazioni per consolidare la propria posizione o ribaltarla. Per questo segnaliamo un link di panorama dedicato al business dell’energia, in cui si spiega che il solare fa davvero risparmiare e poi anche un articolo, un po’ vecchio ma quantomeno attuale, elaborato proprio dall’Enel sul Codice dell’energia nucleare. In più, benchè decisamente orientato, vi segnalo questo sito dedicato alla tornata referendaria.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture