Lo zucchero non cede e rimane ai massimi da 7 settimane

8 giugno 2011
Di

Per le maggiori commodities mondiali, la giornata di ieri è stata piuttosto contrasta. Nonostante il dollaro fiacco, i futures dell’oro ieri hanno invertito la rotta andando in leggero ribasso. Il contratto più scambiato al Comex del New York Mercantile Exchange, con scadenza agosto, ha ceduto 3,20 dollari, pari allo 0,2%, per fissarsi a 1.544 dollari l’oncia.

E’ stato lo zucchero, però, a dare segnali preoccupanti: ieri ha toccato il massimo da sette settimane sulle scia dell’apprensione che l’output in Brasile, il maggiore produttore mondiale, possa attenuare le previsioni. La regione del Brasile centro meridionale, la principale area di produzione del paese, ha annunciato che produrrà meno zucchero rispetto alle attese in questa stagione. I prezzi della soft-commodity a New York hanno in questo modo guadagnato ieri il 3,2% a New York, a 24,35 cent per libbra, il 19% in più dal minimo toccato lo scorso 6 maggio. I futures sul caffè arabica con consegna luglio sono aumentati di 2,5 centesimi, pari all’1%. Anche i futures del cacao con scadenza a luglio hanno segnato rialzi, guadagnando 22 dollari, pari allo 0,8%, a 2.901 dollari a tonnellata.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture