Il debito pubblico arriva a un nuovo record

15 giugno 2011
Di

Il debito pubblico italiano torna a toccare nuovi vertici da record. Nonostante infatti le previsioni, che se non positive si erano dimostrate non troppo negative di recente, i dati più recenti confermano che il debito non solo non diminuisce, ma continua a salire a livelli esageratamente alti. Ad aprile infatti si sono raggiutni gli 1.879.992 miliardi di euro, con una crescita di 10,000 miliardi rispetto al mese precedente e di circa 65,000 miliardi su base annua. Crescono nonostante questo le entrate fiscali.

 Da qui le preoccupazioni per la riforma che il Ministro del Tesoro, Giulio Tremonti, si appresta a mettere in atto: i contenuti dovranno senz’altro avere un effetto molto più incisivo del previsto e per questo dovranno basarsi su principi ben più radicali, soprattuto considerando le aspettative dell’elettorato dell’attuale governo.

Di certo non hanno proprio ottenuto un consenso generale  le norme applicate fino ad oggi per consentire la ripresa italiana dal debito pubblico (lotta all’evasione fiscale, aumento delle tasse, tagli alle spese); figurarsi se queste norme dovranno essere ulteriormente estremizzate per conentire il ritorno a una situazione più tranquila, se non addirittura più stabile.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture