Dopo Aiazzone, Katia Arredamenti

16 giugno 2011
Di

Provare per credere era il motto della nota azienda Aiazzone che adesso ha dichiarato il fallimento, messo in cassa integrazione un numero considerevole di dipendenti. Ma i guai per il mondo dell’arredamento non sono finiti, perchè adesso, nel mirino del fisco e non solo, è finita anche Katia Arredamenti, indagata per bancarotta fraudolenta e fallimento di due società.

All’interno dell’operazione Sciura Maria, dal sapore molto casalingo, sono stati indagati sia Caterina Asaro che il marito, entrambi proprietari del brand Katia Arredamenti. Il peso economico dell’operazione illecita si aggira sui 4 milioni di euro, cifre da capogiro in un clima come il nostro di crisi economica.

L’operazione a discapito della Katia Arredamenti è stata portata avanti dalla Guardia di Finanza di Monza che ha messo nel mirino due altre società: Il Mattone srl e D.W. % Company srl che hanno eseguito operazioni illecite relative a cessione merci, quote e rami d’azienda. E’ chiaro che al di là dell’indagine delle Fiamme Gialle, il susseguirsi di due grossi fallimenti (anche se fraudolenti) nello stesso settore, additano quest’ultimo come un’area fragile della nostra economia.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture