Internet e carburanti: due temi caldi

20 giugno 2011
Di

L’Eni cambia tendenza e mentre gli analisti preannunciano un rincaro del prezzo dei carburanti, il cavallo a sei zampe inaugura una campagna pubblicitaria di sgravi e sconti fino al 30 settembre. Da venerdì sera, siccome benzina e diesel sono sotto i 1000 dollari a tonnellata, i consumatori che hanno visitato le pompe di benzina a marchio Eni, si sono sorpresi davanti a 1,47 euro per la benzina e poco meno per il gasolio. I prezzi, in sostanza, sono stati tagliati di 1,2 centesimi. Ad uno sguardo più attento, però si nota che anche gli impianti no-logo, soprattutto al Nord, stanno ritoccando i prezzi al ribasso.

Un altro tema molto caldo nel mercato di oggi è il mercato dei domini internet che sta progressivamente lasciando il passo alla “liberalizzazione”.  L’Ente internazionale preposto ai nomi a dominio, l’Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) spiega che fare in modo che le aziende possano usare il nome nel suffisso, è una rivoluzione della stessa portata dell’introduzione del .com, avvenuta ormai 26 anni fa. Cosa vuol dire in pratica? Che l’azienda Pincopallino, potrà registrare a suo nome un dominio che non è pincopallino.net o pincopallino.org o pincopallino.qualsiasiestensione, ma potrà addirittura registrare un sito mipiacetanto.pincopallino

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture