Petrolio, caduta libera a New York sotto i 90 dollari

23 giugno 2011
Di

Petrolio in forte ribasso a New York: il prezzo al barile scende sotto i 90 dollari, con una diminuzione del 5,4%. Proprio in giornata infatti l’Agenzia Internazionale dell’Energia ha annunciato di aver avviato un piano di immissione sul mercato di 60 milioni di barili, provenienti per lo più dalle riserve strategiche americane, con lo scopo di compensare il calo di rifornimenti dovuto al conflitto in Libia.

La decisione ha fatto richiamare la memoria di molti alle misure strategiche adottate, soprattutto dagli Usa, durante la Guerra del Golfo del 1991, e non è escluso che sia gli enti governativi sia le associazioni e le imprese del settore energetico si vedano nuovamente costrette a frontrggiare in modo altrettanto invasivo per il libero mercato una crisi perolifera che per il momento si è annunciata come assai più soft. Per adesso comunque è calato negli Usa anche il costo della benzina, che scende a 3,16 dollari al gallone continuando la lenta discesa che va avanti da ormai venti giorni. I ribassi però torneranno a farsi sentire anche sui mercati europei ed orientali, mentre a Londra si è già verificata una diminuzione del prezzo al barile di circa 8 dollari.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture