Bce, Draghi incassa il sì del parlamento europeo

24 giugno 2011
Di

DraghiDopo una fuga di notizie che parlava del rischio per l’Italia di veder rifiutata la nomina di Draghi (probabilmente legata alla semi-bocciatura della riforma proposta dal Ministro Tremonti), l’Europarlamento ha detto sì alla designazione del governatore di Bankitalia come successore di Jean-Claude Trichet. La nomina dovrebbe essere confermata entro oggi dai capi di stato dell’UE. I primi applausi arrivano da Agelilli del PdL e Pittella del PD che dicono: “Grande orgoglio per l’Italia”.

Il Parlamento dell’Unione, si è riunito in seduta plenaria a Bruxelles e ha approvato la nomina di Draghi. La designazione arriva dopo il via libera il 15 giugno 2011 da parte della Commissione Affari economici e monetari con 33 voti a favore, 2 contrari e 4 astenuti. Draghi dovrebbe entrare in carica il prossimo primo novembre. Ecco cosa dice l’Adnkronos in proposito.

“Un motivo di grande orgoglio per l’Italia”, hanno commentato i due vice presidenti italiani dell’Europarlamento, Roberta Angelilli del Pdl e Gianni Pittella del Pd. “Con il voto di questa mattina è arrivato un appoggio e un riconoscimento importante in favore della nomina di Mario Draghi a presidente della Banca centrale europea – hanno dichiarato Angelilli e Pittella in una nota congiunta – L’altissimo profilo professionale, le competenze e l’esperienza negli affari economici e monetari europei fanno del governatore Draghi una scelta prestigiosa per la guida della Bce in questo momento così delicato di crisi economica. Per l’Italia la nomina di Draghi eèmotivo di grande orgoglio”.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture