Mario Draghi è stato nominato Presidente della BCE. Fondamentali le dimissioni di Bini Smaghi

24 giugno 2011
Di

«Il Consiglio europeo ha appena trovato un accordo sulla nomina di Mario Draghi come nuovo presidente della Bce». A dare questo annuncio è stato il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy su Twitter. Draghi entrerà ufficialmente in carica dal 1° novembre e il suo mandato durerà otto anni.

Il governatore italiano subentra al francese Jean-Claude Trichet. Le dimissioni di Lorenzo Bini Smaghi dal board Bce hanno sbloccato la situazione. Il membro del board Bce, infatti, avrebbe chiamato il presidente della Ue, Herman Van Rompuy, ed il presidente francese, Nicolas Sarkozy, promettendo che lascerà il posto nel board della Bce «entro la fine dell’anno». Le Monde però considera le pressioni francesi a Bini Smaghi come «un metodo che contravviene gravemente all’indipendenza dei membri del direttorio della Bce». Il quotidiano ricorda che è la seconda volta che la Francia imponga pressioni analoghe: nel 1988 Jacques Chirac infatti accettò la nomina dell’olandese Wim Duisemberg a patto di un suo ritiro a metà mandato a favore del francese Jean Claude Trichet. Ieri il vertice aveva rinviato la nomina di Mario Draghi ai vertici della Bce proprio per l’opposizione della Francia. Questo rinvio era diventato necessario al fine di risolvere il problema posto dalla Francia. Nicolas Sarkozy non gradisce il fatto di non avere un suo connazionale nel board della Bce, dopo che Lorenzo Bini Smaghi aveva fatto sapere che, nel rispetto dell’indipendenza della banca centrale, non si sarebbe dimesso per far posto ad un francese. NOn ci resta che augurare buona fortuna e buon lavoro al neo-presidente Draghi.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture