Manovra:il nuovo prelievo sulle rendite

4 luglio 2011
Di

Se i risparmiatori sono pronti a fare i conti con i propri investimenti, le banche avviano una riformulazione delle offerte per non lasciarsi sfuggire clienti e, anzi, partono al contrattacco per conquistarne nuovi. L’armonizzazione al 20% dell’aliquota sulle rendite finanziarie contemplata nella delega per la riforma fiscale non sarà di sicuro determinante,

ma qualche cambiamento negli investimenti delle famiglie e nelle strategie allo sportello potrebbe provocarlo. Tale riforma avvantaggerà i conti correnti bancari in tutte le sue modalità: finora erano tassati al 27%, a breve il prelievo si ridurrà al 20%. Al contrario, altre forme di utilizzo del denaro come azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento, Etf, certificati di investimento, pronti contro termine, buoni postali fruttiferi conosceranno un aumento dell’aliquota dal 12,5% attuale al 20%. I titoli di Stato saranno esclusi dalla manovra e la trattenuta su BoT, BTp e simili rimarrà invariata al 12,5%. Gli investitori, comunque, non andranno incontro ad una vera e propria rivoluzione: se si acquista un’azione le cedole e le eventuali plusvalenze realizzate saranno tassate al 20% , ma qualcosa potrebbe invece cambiare per quanto riguarda la gestione della liquidità a breve termine e di ogni giorno. In questo caso, se le differenze di rendimento sono più risicate, si guarderà al centesimo e ogni pur piccolo aggiustamento può essere significativo. Ad esempio, la manovra mette il freno a mano ai rendimenti di pronti contro termine (da 1,55% a 1,42%, vedi grafico a fianco), ai fondi comuni ed agli Etf sulla liquidità (rispettivamente 0,68% e 1,37%), ai buoni postali (1,24%). Il tutto a vantaggio dei conti corrente bancari non tradizionali, come gli strumenti online ad alto rendimento o a capitale vincolato. È probabile che su questi prodotti si giocherà la maggiore battaglia fra le banche per assicurarsi nuova clientela. Il risparmiatore dovrà stare attento, misurando le differenze in termini di centesimi e valutando con cura le caratteristiche di ciascun strumento.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture