Juncker è sicuro: «Italia Spagna e Belgio non sono a rischio contagio»

4 luglio 2011
Di

La crisi greca sta per essere risolta, l’Europa tira un sospiro di sollievo e si smorzano i timori di contagio su altri Paesi, in particolare quelli dell’area mediterranea. Il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker ha affermato «Non vedo rischi di contagio per Spagna, Italia e Belgio».

Segnali di distensione che giungono all’indomani del via libera alla tranche di aiuti da 12 miliardi, dei quali 8,7 messi a disposizione dall’Europa e in pagamento il 15 luglio e altri 3,3 che l’Fmi dovrebbe sbloccare il prossimo 8 luglio. Sempre Juncker ha dichiarato : «Il pacchetto di misure approvato da Atene porterà una soluzione ai problemi della Grecia. Il paese ha bisogno di un impulso congiunturale e di sviluppare il suo potenziale di crescita. Anche le imprese di altre aree dell’Eurozona dovrebbero contribuire e impegnarsi; la sovranità di Atene, costretta ad avvalersi degli aiuti, sarà massicciamente limitata». Sabato i ministri delle Finanze dei paesi dell’UE  hanno approvato l’erogazione della quinta e ultima tranche di aiuti, dopo che il Parlamento greco ha approvato in settimana il piano di austerità. Il prossimo 11 luglio l’Eurogruppo si riunirà nuovamente per mettere le basi del secondo piano di salvataggio. Atene dovrebbe ottenere fino a 85 miliardi di euro di nuovi finanziamenti i quali, aggiunti al prestito dello scorso anno, ammonteranno in totale ad una cifra compresa tra 190 e 195 miliardi.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture