Bce: tassi aumentati dell’1,5%

7 luglio 2011
Di

La Banca Centrale Europea ha oggi stabilito di alzare i tassi dell’area euro all’1,5%. Si tratta del secondo rialzo negli ultimi tre mesi, e nonostante il presidente Jean Claude Trichet si sia espresso contrariamente riguardo alla possibilità di un’ulteriore crescita, non è escluso che vengano presi altri provvedimenti di questo tipo per combattere la crescita dell’inflazione dei Paesi della zona euro, ormai pari al 2,7%.

La crescita sta subendo una fase di stallo, ma probabilmente troverà presto uno sviluppo positivo: su queste basi il Presidente della Bce ha voluto rassicurare i giornalisti presenti alla conferenza stampa successiva alla riunione. Certo, sulle attuali previsioni gravano i pesi della crisi greca e dei possibili peggioramenti delle situazioni irlandese e portoghese: soprattutto riguardo ai provvedimenti da prendere verso il governo di Atene regna ancora sovrana l’incertezza, dato che i leader europei stentano a trovare una soluzione comunemente accettata su come far pagare anche ai creditori privati il pacchetto di salvataggio. Proprio oggi Standard & Poor’s ha pronosticato una situazione di default per la Grecia, che Trichet non ha potuto smentire completamente.

In questo panorama, l’Italia resta uno dei Paesi che soffre di più il rischio contagio dovuto alla crisi di alcuni degli Stati comunitari.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture