Il 21 e 22 luglio scioperano i trasporti pubblici

8 luglio 2011
Di

E’ stato indetto lo sciopero nazionale di 24 ore il 21 e 22 luglio nel trasporto pubblico locale e ferroviario. Ad annunciarlo unitariamente sono state Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast, a sostegno della vertenza per la sottoscrizione del nuovo contratto della Mobilità.

Una nota congiunta delle sigle sindacali dice: “Il 21 luglio si fermeranno tutti gli addetti ai bus che effettuano i servizi extraurbani mentre il 22 la protesta interesserà il personale di bus, metro e tram dei servizi urbani. Gli addetti al trasporto ferroviario e alle attività connesse si fermeranno dalle 21 del 21 luglio alla stessa ora del 22 luglio. Lo sciopero si è reso necessario in considerazione del grave stato di tensione tra i lavoratori conseguente al mancato pagamento degli aumenti contrattuali relativi agli anni 2009-2010 e alla mancata soluzione contrattuale, la cui responsabilità è da ascrivere alle posizioni di chiusura datoriale. Nonostante gli impegni assunti dal governo anche in sede di confronto con le regioni le problematiche riferite al contratto della mobilità sono rimaste irrisolte e anche la richiesta di incontro inoltrata al presidente del Consiglio da parte dei segretari generali delle confederazioni non ha avuto alcun seguito”. 24 ore di sciopero causeranno sempre i soliti disagi ai pendolari, i quali saranno costretti a correre ai ripari. Dopo gli scandali che hanno interessato le aziende pubbliche del trasporto della capitale, ricordiamo parentopoli, dovrebbero essere i pendolari ad indire uno sciopero.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture