Il flop dei saldi estivi

12 luglio 2011
Di

Il potere d’acquisto delle famiglie italiane è costantemente in discesa. A confermare tale situazione sono i conti degli economisti ed i numeri relativi alle vendite di beni. L’ultima dimostrazione in ordine di tempo proviene dall’andamento dei saldi che, secondo le stime dei consumatori, risultano ancora peggiori delle previsioni:

le vendite sono calate tra l’8 e il 10%. L’allarme è stato lanciato da Adusbef-Federconsumatori. Le due associazioni stilano un bilancio della prima settimana dei saldi estivi e concludono: “La grave situazione economica e la conseguente riduzione del potere di acquisto delle famiglie, tanno incidendo più pesantemente di quanto previsto”. Secondo le stime iniziali dell’O.N.F. (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) la riduzione degli acquisti nel periodo dei saldi avrebbe dovuto attestarsi al -4% / -6% rispetto al crollo del 2010. Le famiglie interessate, sempre secondo i primi calcoli, avrebbero dovuto essere pari al 37%  (9,120 mln), con una spesa complessiva di 1 mld e 285 mld, pari ad una spesa di 141 Euro a famiglia, ovvero 56 Euro a testa. “Già questi dati mettevano in evidenza l’estrema difficoltà delle famiglie, sempre meno invogliate a fare acquisti neppure in occasione dei saldi. Oggi, alla luce dell’andamento registrato durante la prima settimana dei saldi, dobbiamo rivedere ulteriormente al ribasso le prime stime fatte. Secondo i nostri dati, infatti, la caduta degli acquisti a saldo sarà tra il -8 e il -10%! Attestando la spesa complessiva a poco più di 1,2 mld con una spesa a famiglia di 134 Euro”.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture