USA: mancano i soldi per pagare le pensioni

13 luglio 2011
Di

In un’intervista alla Cbs News, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha affermato che non può garantire ai pensionati di ricevere gli assegni della pensione dopo il 3 agosto, nel caso in cui democratici e repubblicani non riescano a trovare un accordo per alzare il tetto del debito nelle prossime settimane. «Non posso garantirlo – ha detto Obama al giornalista Scott Pelley – perché, forse, non avremo soldi sufficienti».

Gli Stati Uniti stanno per raggiungere il limite della loro capacità di contrarre debito il prossimo 2 agosto. Ambedue gli schieramenti, repubblicani e democratici, vorrebbero trovare un accordo di lungo termine per ridurre la spesa pubblica. I repubblicani auspicano tagli di alcune migliaia di miliardi di dollari, mentre i democratici sono più propensi ad un approccio più equilibrato, con i tagli alla spesa pubblica bilanciati da un aumento delle entrate grazie alle tasse. Nell’intervista che è andata in onda alle 18.30 (le 00.30 in Italia), Obama ha detto che «questa situazione non riguarda solo gli assegni di previdenza sociale». I commenti del presidente giungono dopo quelli del capogruppo dei senatori repubblicani Mitch McConnell, il quale poche ore prima aveva «escluso qualsiasi accordo di lungo termine fintantoché c’è Obama alla Casa Bianca». In passato, il presidente ha più volte auspicato un accordo sul tetto del debito fino a oltre le elezioni del 2012 e lunedì ha promesso che «non firmerà alcun accordo di 30, 60 o 90 giorni».

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture