Manovra: ticket sanitari, tagli pensioni d’oro e liberalizzazione delle professioni

14 luglio 2011
Di

Una delle modifiche alla manovra riguarda i ticket sanitari, i quali potrebbero rientrare con costi di 25 euro sui codici bianchi di pronto soccorso e quelli di 10 euro sulla diagnostica. Tale modifica apporterebbe alle casse dello stato circa 480 milioni, che venivano invece stanziati per consentire l’esenzione per tutto il 2011.

Altro aspetto della finanziaria è inerente le liberalizzazioni: ciò che non è regolato è libero. Al fine di incrementare il tasso di crescita dell’economia nazionale, il governo formulerà alle categorie interessate, delle proposte di riforma in materia di liberalizzazione dei servizi e delle attività economiche. Inoltre, entro il 31 dicembre 2013, il ministero dell’economia approva su “uno o più programmi per la dismissione di partecipazioni azionarie dello stato e di enti pubblici non territoriali”. Ancora, taglio delle agevolazioni fiscali, il quale consisterà tra il 5 e 20 per cento. Pensioni d’oro. Approda il contributo di solidarietà del 5-10% sulle pensioni d’oro, previsto da uno degli emendamenti alla manovra presentati dal relatore: i trattamenti pensionistici superiori ai 90mila euro lordi annui, saranno assoggettati ad un contributo di solidarietà pari al 5% della parte eccedente il suddetto importo fino a 150mila euro e al 10% per la parte eccedente l’importo di 150 mila euro. Ordini professionali. Nell’emendamento verrà fatta una distinzione tra gli ordini professionali che sostengono l’esame di Stato e quelli che non lo sostengono. Tutto questo è solo una parte della manovra finanziaria, la quale secondo il Ministro Tremonti verrà approvata entro venerdì.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture