Il Pres.nte Napolitano sulla crisi e sui costi della politica: c’é ancora molto da fare

23 luglio 2011
Di

A proposito dei costi della politica, il Presidente della Repubblica Napolitano ha affermato che: «rispetto alla spesso indiscriminata agitazione che raccoglie ed esaspera comprensibili insofferenze, ma anche pericolosi umori antidemocratici, io auspico da tempo decisioni di alleggerimento e semplificazione dell’architettura istituzionale, oltre che tangibili correzioni sul piano del costume politico. E’ ora di valutare con obiettività e con attenzione le misure che stanno per essere adottate dagli organi costituzionali».

Per quanto riguarda la crisi, il Presidente ritiene che ci sia ancora molto da fare in Italia e in Europa «in una logica di condivisione di rischi e di necessità di azione comune che si è affermata nel Consiglio di ieri a Bruxelles. Ci si è mossi nella direzione in cui molti, ed io stesso, avevamo auspicato che si procedesse risolutamente». Il Presidente ha inoltre rilasciato dichiarazioni sulla manovra, ribadendo l’opportunità che il paese desse una prova di coesione nazionale approvando rapidamente la manovra per il rientro dal debito. «Era una prova che l’Italia doveva dare per mostrare la consapevolezza degli obiettivi da perseguire, pur nel dissenso sulle misure cui ricorrere, è stato molto importante assumere tutti l’obiettivo del pareggio di bilancio. Era una prova che l’Italia doveva dare per mostrare la capacità delle sue forze vitali di reagire a situazioni e sfide assai dure come in altri periodi della sua storia di paese democratico».

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture