Barclays bank: nel secondo semestre utili in netta diminuzione

3 agosto 2011
Di

Scendono in picchiata gli utili di Barclays bank, una delle poche grandi banche britanniche che non ha fatto ricorso ai fondi del Tesoro per affrontare la crisi. Nel secondo semestre i profitti sono diminuiti di un terzo fermandosi a quota 2,46 miliardi di sterline. I motivi sono due: rallentamento dell’investement banking che s’è contratto del 9% circa e costi straordinari per un miliardo di sterline.

Sono le cifre che Barclays ha messo a disposizione per chiudere il contenzioso con i clienti per un equivoco piano di protezione legato alla concessione dei mutui. Al netto di quel miliardo e di altre partite straordinarie, secondo Barclays, gli utili sarebbero stati in crescita del 24% rispetto all’anno precedente. Diverse le considerazioni per quanto riguarda il colpo di freno di BarCap, la divisione di investment banking, da sempre motore del gruppo. Quest’ultima ha rallentato del 9% per la caduta nel trading su reddito fisso, valute e materie prime, i quali hanno fatto registrare volumi in netto calo. La soluzione per il secondo semestre è vista nel personale come già ieri aveva annunciato Hsbc. I numeri sono molto più contenuti, ma Bob Diamond, ceo del gruppo, ha confermato che dopo i 1400 posti ridotti in questa prima metà del 2011, altrettanti verranno tagliati nel secondo semestre. Il mercato ha apprezzato il quadro dell’istituto nonostante la forte caduta degli utili considerandola, evidentemente, prodotto di una congiuntura destinata a non rimanere. Il titolo negli scambi del mattino era a più 0,3 per cento ma poi ha superato il 4 per cento.

Tag: ,

Lascia un commento



Letture