Tremonti: ‘Spread Spagna in calo, infondato ogni riferimento all’ Italia’

5 ottobre 2011
Di

E’ aumentata notevolmente la tensione fra Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti. Sono state decisamente “forti” le parole dette dal ministro dell’Economia al termine dell’Ecofin a Strasburgo in riferimento alla ripresa dell’economia della Spagna. Dalle parole è emersa una certa incertezza sull’annuncio delle elezioni anticipate fatto da Zapatero come fattore determinante per abbassare lo spread dei titoli spagnoli rispetto a quelli tedeschi. Parole che hanno fatto infuriare la maggioranza del Pdl nella convinzione che non si tratti altro che dell’ennesima stoccata a Silvio Berlusconi. Il premier, chiuso per tutto il giorno a palazzo Grazioli, non commenta ufficialmente le dichiarazioni che arrivano da Strasburgo anche se ai parlamentari che sono andati fargli visita non nasconde la rabbia e lo stupore per “l’uscita” del ministro del Tesoro.  A nulla sono servite le precisazioni, la prima da parte del portavoce di Tremonti che in un comunicato ribadisce come “Il riferimento agli spread spagnoli era ed è esclusivamente relativo alla Spagna e non all’Italia”.

Gli unici a difendere pubblicamente il ministro dell’Economia sono Marco Reguzzoni capogruppo della Lega Nord ed Osvaldo Napoli, vice presidente dei deputati del Pdl. Per quanto riguarda Berlusconi, quello che appare certo è che non si farà certo condizionare dal titolare del Tesoro. Giovedì ci sarà un vertice di maggioranza (tra gli invitati c’é anche Tremonti) sul provvedimento. E in quella occasione si dovrebbe parlare anche di Bankitalia. Su Palazzo Koch ancora nulla è definito. Tremonti rimane sulla sua posizione a favore di Grilli ma il terzo nome non sembra essere uscito dal cilindro del presidente del Consiglio. Quindi, in pole resterebbe sempre Fabrizio Saccomanni, anche se del vertice a tre con Bossi e il ministro tesoro per definire la candidatura non vi è ancora traccia. Ma a questo punto si vocifera e si torna a parlare di complotto.

Tag: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture