Rc auto: rincari fino a 25%, per moto +35%

13 ottobre 2011
Di

RC autoE’ stato ascoltato in audizione in Commissione Industria del Senato,  Antonio Catricalà, presidente dell’antitrust, per aver denunciato che tra il 2009 e il 2010 gli aumenti delle polizze Rc auto sono stati ”anche del 25% per un individuo che assicura un’autovettura e di oltre il 35% nel caso di un motociclo”. Catricalà ha riportato alcuni esempi di aumenti “particolarmente significativi”. Per un quarantenne del nord Italia con un’autovettura di media cilindrata il premio é aumentato di oltre il 20%; per una sessantacinquenne del sud con un’autovettura medio piccola l’aumento è stato del 15-20%. Infine per un diciottenne che vive nelle isole con un ciclomotore il rincaro è stato del 30%. Pur riconoscendo l’aumento del costo dei sinistri (+27% tra 2008-2010), Catricalà ha sottolineato che “il confronto internazionale mette in luce una specificità negativa del nostro paese. I dati disponibili indicano che in Italia i premi per l’assicurazione auto sono cresciuti a tassi superiori alla media Ue”. Si verifica di fatto un incremento doppio rispetto a quello degli altri Paesi nella zona Euro.

C’è poi un’altra denuncia da parte di di Adusbef e Federconsumatori che rendono noti i loro calcoli dopo quelli dell’Antitrust. “Confrontando i rincari con le tariffe applicate nel 1994 si raggiunge un incremento di oltre il 186%. Una crescita continua e irrefrenabile, confermata anche dai dati di quest’anno che – affermano le associazioni – registreranno una nuova crescita media di oltre il 12%”. Si tratta di una crescita “inaccettabile”, che “non ha alcuna giustificazione”, soprattutto se si guarda ai dati sull’incidentalità, “dal 2001 ad oggi diminuita del 22%”. L’Adoc afferma e dichiara che  L’rc auto sta divorando i bilanci delle famiglie”. Risulta infatti che  gli automobilisti italiani spendono circa 250 euro in più l’anno rispetto ai francesi, il 40% in più rispetto alla media europea e addirittura l’83% in più rispetto ai costi che si registrano in Germania e Spagna. Chi puo’ veramente intervenire per rendere maggiore equità ai rincari Rc auto è l’ Isvap, che si occupa dell’ente assicurativo da cui si attendono delle risposte ragionevoli.

Tag: , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture