Marcegaglia: “decreto deludente”

24 ottobre 2011
Di

Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, rincalza : ” Ad oggi le ipotesi sul decreto sviluppo sono deludenti. Il governo deve fare bene e subito o saremo commissariati dall’Ue”. E’ proprio dal  dal convegno dei Giovani imprenditori di Capri torna che a lanciare l’allarme.In sala, ad ascoltare gli interventi, c’e’ il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che al termine dei lavori assicura: ”Tra i tanti” propositi c’e’ quello di ”fare rapidamente il provvedimento sullo sviluppo perche’ il governo ha fatto tanto per tenere saldi i conti e adesso bisogna puntare sulla crescita”.. Da Capri Marcegaglia non allenta il pressing: ”Facciamo bene e subito le cose che dobbiamo fare con il decreto sviluppo piuttosto che farcele imporre dall’Ue”. Ad oggi ”le cose di cui si parla sono deludenti”, dice ribadendo che ”il tempo e’ scaduto. E’ adesso che bisogna decidere”. ”Qui rischiamo che l’Europa ci imponga delle scelte, noi siamo un grande Paese, non possiamo farci commissariare continuamente dall’Europa o dagli altri Paesi”, sostiene Marcegaglia. Quindi ”chiediamo che il decreto sviluppo venga varato nel piu’ breve tempo possibile, che abbia all’interno riforme serie e non piccole cose. Chiediamo al governo – insiste il presidente di Confindustria – di avere il coraggio di fare grandi riforme e non farsi bloccare da fini elettoralistici”. Se non conterra’ le riforme ”ci sara’ una grande responsabilita’ del governo, perche’ senza riforme il Paese rischia molto”.

E, tornando al contesto italiano, Marcegaglia dal palco si rivolge direttamente a Maroni, seduto in prima fila: ”Per cortesia – dice apprezzando la sua presenza – in un momento come questo ritroviamo coesione, agiamo per il bene del Paese, abbiamo davanti momenti molto difficili”.E’ ”questo il tipo di dialogo serrato che noi ricerchiamo con la politica”, evidenzia dal palco anche il presidente dei Giovani imprenditori, Jacopo Morelli. Che invece non accetta le parole del ministro dell’Attuazione del programma. ”Zero politici a Capri? E chi se ne frega, i giovani italiani non si riconoscono nei black bloc ma nemmeno nei figli di papa”’, dice Gianfranco Rotondi.

Tag: , , , , , ,

Lascia un commento



Letture