Istat: a ottobre inflazione a 3,4%

18 novembre 2011
Di

Nel mese di ottobre, i prodotti acquistati con maggiore frequenza ovvero cibo e carburante, hanno registrato su base annua un aumento del 4,1%, un rialzo superiore al tasso d’inflazione (+3,4%) e in accelerazione dal 3,7% di settembre.  Lo comunica l’Istat.Il tasso d’inflazione annuo a settembre e’ salito al 3,4% dal 3% di settembre. E’ il dato piu’ alto da ottobre 2008, ovvero da tre anni. Lo rileva l’Istat confermando le stime provvisorie e indicando un aumento su base mensile dello 0,6%, il rialzo maggiore da giugno 1995. Pesano gli effetti della manovra, in particolare dell’incremento dell’Iva. L’inflazione acquisita per il 2011, quella che si registrerebbe nella media di fine anno nell’ipotesi che l’indice rimanga nei restanti mesi allo stesso livello di ottobre, e’ pari al 2,7%. L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, sale al 2,5% dal 2,4% di settembre. Al netto dei soli beni energetici, invece, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo sale al 2,4% (era +2,3% a settembre). A ottobre la benzina è aumentata del 17,8% (dal +16,3% di settembre) su base annua, mentre è salita dello 0,8% su base mensile. E’ quanto fa sapere l’Istat, aggiungendo che sempre a ottobre il prezzo del gasolio per i mezzi di trasporto è salito del 21,2% (dal +19,2% di settembre) ed è aumentata dell’1,7% sul piano congiunturale.

Riportiamo il commento di Codacons ai dati Istat sulla crescita dei prezzi al consumo: “l’aumento dell’Iva “deciso irresponsabilmente dal governo Berlusconi ha determinato un aumento dell’inflazione dell’0,6% come da noi inizialmente previsto, massacrando le famiglie già ridotto sul lastrico”. . Per il Codacons il rialzo dell’imposta, ha, infatti, “avuto effetti recessivi anche sui consumi, componente fondamentale della domanda e conseguentemente del Pil”. Tanto che le previsioni relative al prossimo Natale sono decisamente catastrofiche. “Il Natale piu’ magro” di tutti i tempi per la maggior parte delle famiglie.

 

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture