Sudafrica invitato ad unirsi ai BRIC

31 dicembre 2010
Di

BRICE’ del ministro cinese Yang Jiechi l’annuncio dell’invito da parte di Brasile, Russia, India e Cina rivolto al Sudafrica per la partecipazione alla prossima riunione dei BRIC.

Oramai è da tempo che il Sudafrica guidato da Zuma chiedeva di poter entrare tra i BRIC. Su questo nuovo ingresso è scettico però Jim O’Neill, attuale presidente di Goldman Sachs asset management, nochè inventore nel lontano 2001 dello stesso termine BRIC ad indicare i quattro paesi emergenti. Lo scettiscismo prevalentemente verte sul fatto che prima del Sudafrica vi siano altri paesi con economie emergenti molto più grandi come ad esempio Indonesia, Messico, Turchia e Corea del Sud. Un confronto con questi paesi vedrebbe nettamente svantaggiato il Sudafrica e ancor di più sfigurerebbe se paragonato ai colossi facenti parte dei BRIC.

Oltre agli storici rapporti che avvicinano il Sudafrica con Brasile ed India, ciò che maggiormente lo accumnuna ai BRIC è il desiderio di creare un contrappeso al potere degli USA. Dalla prima riunione dell’anno scorso era emersa la volontà di trovare anche una nuova moneta di riserva capace di sostituire il dollaro americano, e in una tale visione paesi come Messico o Corea del Sud ,chiaramente molto dipendenti dagli USA, non sarebbero il giusto partner come potrebbe esserlo invece il Sudafrica.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture