In 4 anni un milione di giovani ha perso il posto di lavoro

2 dicembre 2011
Di

Dall’indagine del rapporto Censis numero 45 risulta che la crisi non ha soltanto inciso sui fondamenti economici, ma anche sulla consapevolezza e sulle aspettative degli italiani nel proprio futuro.In Italia i giovani sono al centro della crisi: la difficile situazione economica si è abbattuta come una scure sugli under 35. In 4 anni il numero degli occupati è diminuito di 980.000 unità e nel 2010 quasi un giovane su quattro tra i 15 e i 29 anni non studia nè lavora, consegnando così al Belpaese un triste primato a livello europeo. Lo rivela il 45esimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese. Inoltre molto alta, rispetto alla medie Ue è la quota degli scoraggiati: l’11,2% tra i 15 e 24 anni, e addirittura il 16,7% di quelli tra i 25 e 29, non è interessato nè a lavorare nè a studiare, mentre la media europea è pari rispettivamente al 3,4% e all’8,5%. Dunque il futuro della ripresa occupazionale resta incerto e mentre il mercato è sempre più incapace di garantire sbocchi professionali, i mestieri manuali sembrano non conoscere crisi.

Nel mercato del lavoro i più colpiti sono stati i giovani, per quanto vittime loro malgrado di un calo demografico senza precedenti.Poco meglio è andata alla generazione immediatamente precedente. Anche tra i 35-44enni la crisi ha mietuto vittime, am con un impatto decisamente più contenuto: 100.00 posti di lavoro in meno, per un calo dell’1,4%. Di contro, nelle generazioni più mature i livelli occupazionali non solo sono stati salvaguardati, ma sono addirittura aumentati: +7,2% l’occupazione tra i 45-54enni e +12,9% tra i 55-64enni. La quota dei giovani cosiddetti ‘Neet’, sottolinea il Censi, ha ripreso a crescere con l’inizio della crisi economica, attestandosi nel 2010 al 22,1% rispetto al 20,5% dell’anno precedente. Tra il 2007 e il 2010 è aumentata l’occupazione straniera (quasi 580.000 lavoratori in più, di cui circa 200.000 nell’ultimo anno, con un incremento complessivo del 38,5%), mentre quella italiana ha registrato la perdita di 928.000 posti di lavoro (-4,3%), di cui 335.000 nell’ultimo anno.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture