Asta Btp, il Tesoro colloca 7 miliardi di titoli su 8,5

29 dicembre 2011
Di

Venduti titoli per 7,07 miliardi di euro contro gli 8,5 miliardi dell’offerta massima. Nel dettaglio la terza tranche del Btp triennale scadenza 15/11/2014 è stata collocata per un importo pari a 2,537 miliardi (3,462 miliardi la domanda) con un rendimento lordo del 5,62%, in calo di 227 punti rispetto all’asta precedente. In calo anche il rendimento del Btp decennale: la nona tranche del Buono scadenza 01/03/2022, richiesto per 3,39 miliardi e collocato per 2,5 miliardi, ha spuntato un rendimento del 6,98% dal 7,56% record dell’asta dello scorso novembre. Il calo dei rendimenti dei Btp non ha sortito grossi effetti sullo spread. Torna a crescere il differenziale tra i titoli di Stato italiani e i Bund tedeschi. In apertura dei mercati il differenziale tra i titoli decennali italiani e quelli tedeschi era salito a 514 punti base per schizzare a 522 punti a metà mattinata e abbassarsi a 518 punti base dopo l’asta. Il rendimento del decennale è al 7,07%. Mercoledì alla chiusura dei mercati il dato si attestava a 510 punti.

La Borsa di Milano apre in rialzo ma poi perde terreno iniziando ad oscillare intorno alla parità. Resta stabile dopo l’asta dei Btp. Bper (-3,5%) è il fanalino di coda e Azimut (+2,41%) il titolo in maggior rialzo. Girano in calo Intesa Sanpaolo (-0,24%) e Unicredit (-0,54%), mentre in casa Ligresti Fonsai, il cui cda si riunisce nel pomeriggio di giovedì, lascia sul campo l’1,7%, Premanfin cede lo 0,94%, dopo aver prolungato l’asta di preapertura perché non riusciva a fare prezzo, e Milano Assicurazioni è protagonista di un vero e proprio scivolone (-4,79%). Anche le borse europee aprono in moderato rialzo. A metà mattinata resistono in positivo Francoforte (+0,24%) e Londra (+0,20%), mentre Parigi cede lo 0,02%.

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture