Draghi, Europa crei sua agenzia rating

20 gennaio 2012
Di

La Bce nel bollettino mensile, dichiara: “”Vi sono timidi segnali di una stabilizzazione dell’attività su livelli modesti” e l’economia dell’area euro nel 2012 dovrebbe registrare una “ripresa, seppure molto graduale”.E’ essenziale che i piani di ricapitalizzazione delle banche siano attuati senza produrre andamenti sfavorevoli per il finanziamento dell’attivita’ economica nell’area dell’euro. Tuttavia – chiede la Bce agli Stati membri che stanno negoziando in vista del consiglio Ue di fine mese – ”la formulazione delle regole deve essere efficace e priva di ambiguita”’. ”L’ulteriore sviluppo degli strumenti europei per la stabilita’ finanziaria dovrebbe rendere piu’ efficace il funzionamento” del fondo di salvataggio Efsf e dell’Esm: lo scrive la Bce, secondo cui ”ora e’ necessario rendere operativi urgentemente tali strumenti’.

La Francia ha collocato oggi 8miliardi di titoli nella prima asta di bond a medio e lungotermine dopo il declassamento di Standard & Poor’s. Le richiesteper le tre differenti aste sono state superiori ai 19 miliardi. Parigi ha venduto 7,965 miliardi di titoli con scadenza nel2014, 2015 e 2016. I rendimenti risultano in calo su tutte lescadenze. Sui mercati si vedono “segnali incoraggianti” e “già si vedono i benefici” del maxi-prestito a tre anni con cui la Bce ha fornito alle banche quasi 500 miliardi di euro. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in un intervento ad Abu Dhabi. L’economia nell’area euro sta dando “segnali di stabilizzazione su un basso livello di attività” ma ci sono rischi di un peggioramento. Lo ha detto sempre  il presidente della Bce Mario Draghi. Ribadendo come la reputazione delle agenzie sia stata “intaccata durante la crisi”.

 

 

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture