La giornata dei professionisti

28 febbraio 2012
Di

Il progetto si realizzerà giovedì prossimo, 1° marzo, con il «Professional Day». Una sorta di giornata dell’orgoglio per i professionisti italiani chiamati a testimoniare quello che amano definire il «valore sociale» delle professioni. Oppure, secondo gli oppositori, una grande adunata di corporazioni chiamate a difendere il fortino dei propri privilegi. Sul tavolo c’è il piano di liberalizzazioni varato dal governo Monti e non del tutto gradito alle professioni. «Ma questa non è una manifestazione contro – precisa Marina Calderone, presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro e del Comitato Unitario delle Professioni – L’apporto dei professionisti italiani all’economia e alla crescita del nostro paese è sotto gli occhi di tutti ed è giusto sottolinearlo, anche con proposte di riforme utili per i cittadini».

L”evento comincerà in diretta nazionale alle 10,30; ma che avrà sin dalle 9 del mattino prologhi in sede locale dove sono stati dibattiti e pubblici confronti, ma anche gazebo per la distribuzione di volantini. E la partecipazione più massiccia è prevista da parte dei giovani. «Sono oltre il 50% dei 2.300.000 iscritti agli Ordini – precisa la presidente Calderone – e sono quelli che più di tutti possono testimoniare come essere professionisti è una scelta di vita che non da privilegi e rendite di alcun genere. Anche questi falsi miti che si sentono e si leggono sono da sfatare. Lo faremo con le proposte utili al Paese per crescere». Il tema che sarà al centro della discussione sarà «la sicurezza», che può essere declinato e coniugato in mille modi: sicurezza del lavoro e sul lavoro, sicurezza alimentare, sicurezza fisica, sicurezza sanitaria, sicurezza economica e via via, mille altre accezioni. «La prima sicurezza è quella di essere adeguatamente assistiti da professionisti seri, capaci, eticamente corretti e tecnicamente formati. E questo può avvenire solo all’interno del sistema di controllo fornito dagli Ordini Professionali».

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture