Liberalizzazioni, protestano le banche

2 marzo 2012
Di

Via libera al Senato al decreto liberalizzazioni. I sì alla fiducia sono stati 237 e 33 i voti contrari (2 astenuti). Il decreto passerà ora all’esame di Montecitorio e dovrà essere convertito in legge entro il 24 marzo. Il decreto è stato duramente contestato dall’Abi, l’ Associazione bancaria italiana, il cui comitato di presidenza si è dimesso per protesta. Confindustria si è schierata con i banchieri chiedendo che venga modificata la norma sull’azzeramento delle commissioni. L’avvertimento era arrivato due giorni fa: «Non è possibile indurre le banche a fare servizi gratuiti» aveva detto il presidente dell’Abi Giuseppe Mussari. 
«Se si continuasse a incidere sui ricavi bancari, anzichè sulla trasparenza – ha detto Mussari – anche questa salvaguardia dell’occupazione verrebbe messa in discussione».

Da qui le dimissioni del comitato di presidenza che ha rimesso il mandato al comitato esecutivo dell’associazione. «La norma contenuta nel testo – ha puntualizzato il presidente dell’Abi riferendosi all’articolo 27 bis del decreto – è la goccia che fa traboccare il vaso: è come una sanzione senza il comportamento da sanzionare». E ha poi ribadito: «Tutti gli investimenti di tutte le imprese bancarie e di tutte le imprese sono a rischio a causa della stretta sulle commissioni bancarie».A calmare gli animi non sono servite nemmeno le rassicurazioni di Filippo Bubbico, relatore del Pd che ha spiegato che il governo modificherà la stretta sulle commissioni in un altro provvedimento, probabilmente nel decreto legge sulle semplificazioni all’esame della Camera. Bubbico ha aggiunto che il governo vuole riformulare la norma limitandone l’applicazione alle sole banche che non si adegueranno ai futuri criteri sulla trasparenza del Cicr, il Comitato interministeriale per il credito e il risparmio. «È il sintomo di un grande disagio del settore bancario, vicino all’economia del Paese – ha commentato il ministro dello sviluppo economico Corrado Passera sulla protesta dell’Abi – ma sarà il premier Mario Monti a decidere se modificare la norma sulle banche».

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture