Lavoro, Fornero sfida i sindacati

14 marzo 2012
Di

Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero  parla chiaro ai sindacati che chiedono di capire quante risorse ci saranno a disposizione per la riforma: «È chiaro che se c’è un accordo più avanzato mi impegno a trovare risorse più adeguate e fare in modo che questo meccanismo degli ammortizzatori sociali e questo mercato del lavoro funzionino abbastanza bene». Il ministro del Lavoro, spiega così perchè il governo non abbia formalizzato la copertura finanziaria dei nuovi ammortizzatori sociali nel corso della trattativa con le parti sociali. «È chiaro che se uno comincia con il dire no perché dovremmo mettere lì una paccata di miliardi e poi dire: voi diteci di sì?», prosegue il ministro Fornero. E sul termine «paccata» ironizza il segretario del Pd Pierluigi Bersani che replica così al ministro: «Non ero al tavolo» sul lavoro con il governo. «Però nessuno mi ha riferito di aver visto una paccata di miliardi. Forse si sono dimenticati di dirmelo».

Arriva quindi lo stop  lo stop da parte della Cisl. Il tavolo sulla riforma del lavoro salta se non sarà modificata la parte su mobilità e ammortizzatori sociali ha spiegato a Trieste il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni. «Il governo deve stare attento, perché dopo la vicenda delle pensioni, se salta anche questo tavolo c’è una cesura non facile», ha detto Bonanni. A chi gli chiedeva se senza una modifica della mobilità il tavolo sul lavoro salterà, Bonanni ha risposto: «Sì, il governo deve stare attento». «Io, che rappresento una linea sindacale molto responsabile – ha aggiunto – e non ho mai lesinato in responsabilità, chiedo responsabilità anche agli altri, anche al governo». Poi la risposta al ministro: «Parlare di soldi senza aver stabilito prima quale è il sistema che si adotta mi pare come quando uno si preoccupa di accumulare denaro senza sapere cosa compra».

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture