Cos’è l’analisi tecnica?

2 novembre 2008
Di

L’analisi tecnica è, riducendo la definizione ai minimi termini, uno strumento usato dagli investitori e dagli operatori per decidere se comprare o vendere una determinata azione, un bond, una valuta o una determinata merce. L’analisi tecnica è l’arte di identificare i punti di svolta del mercato a uno stadio relativamente iniziale; lo scopo della maggioranza degli utilizzatori è cavalcare il grosso del trend il più a lungo possibile, mentre gli operatori più aggressivi provano inoltre a cogliere il picco o il fondo del medesimo trend.

Quattro aree principali dell’analisi tecnica che possono essere misurate in modo oggettivo e quindi utilizzate nei sistemi di mercato sono:

  • il prezzo;
  • il volume;
  • il tempo;
  • il sentiment.

Il prezzo rappresenta l’area più importante di tutte, in base al prezzo di acquisto o vendita infatti vengono misurati i profitti e le perdite. Il volume comprende concetti come l’accumulo e la distrubuzione, l’ampiezza del mercato. Il tempo comprende i vari cicli, gli andamenti e i trend dal punto di vista della durata. Il sentiment infine rappresenta l’area più soggettiva che mira a valutare se le masse sono troppo sbilanciate in una determinata direzione; in tal caso parere opposto alla maggioranza può essere utile.

Il componente base dell’analisi tecnica è il grafico, con la sua funzione di illustrare in modo logico tutti i dati derivanti da un’analisi tecnica più o meno dettagliata. L’informazione più importante che si può evincere da un grafico è come il mercato sia arrivato dove si trova, qualsiasi sia il momenti. Rappresenta le modalità dello spostamento da un prezzo A ad un prezzo B, indicando le varie caratteristiche della domanda e dell’offerta.

Al semplice grafico possono essere aggiunti una molteplicità di indicatori che possono ad esempio indicare  il volume degli scambi o lo slancio del mercato.

Parte altrettanto rilevante all’interno dell’analisi tecnica è la psicologia della folla. Non si deve dimenticare che investitori ed operatori restano in ogni caso esseri umani, e come tali conservano sempre il desiderio si essere accettati e tenderanno a seguire il gregge in cerca di una percezione di sicurezza. L’insieme delle persone che si muovono assieme costituisce il trend, ma è in questo momento che ogni investitore deve pensare  se affrontare il disagio psicologico d fare una scelta indipendente uscendo dal movimento comune per non rischiare che il trend porti verso un possibile successivo crollo. Un semplice paragone con il mondo animale può ricondurre al concetto di gregge, dove tutto l’insieme degli animali si muove all’uninsono azzerando la volontà individuale; nel bene e nel male, se nessun singolo elemento inizierà a ragionare per suo conto, il destino sarà comune per tutti in quanto trascinati tutti assieme verso il destino comune.

Tag: ,

Lascia un commento



Letture