Btp, bene asta e scende lo spread

13 gennaio 2011
Di

Oggi il Tesoro ha collocato all’asta ben 6 miliardi di euro, suddivisi equamente tra BTp a 5 anni e BTp a 15 anni, con scadene rispettive nel 2015 e 2026.

Ottima la performance dei titoli, nonostante un lieve incremento dei tassi.

I titoli quinquennali sono stati collocati a un tasso del 3,67%, in rialzo dal precedente 3,24%, ma incoraggia la tendenza a rialzi molto contenuti, anche in considerazione dei buoni risultati delle aste spagnole e portoghesi, aiutate dalla BCE.

Soprattutto, degno di nota è il fatto positivo che i titoli a 5 anni sono stati collocati al di sotto del tasso di mercato secondario, che ieri aveva toccato quota 3,85%. La domanda per il titolo è stata di 1,4 volte l’ammontare richiesto dal Tesoro, in perfetta linea con l’andamento dell’asta precedente.

Quanto ai BTp con scadenza 2026, anch’essi hanno visto incrementare lievemente il rendimento, che passa dal 4,81% al 5,06%, un fatto scontato, viste le turbolenze di mercato, in queste settimane. Anche in questo caso, da segnalare il calo dei tassi sul secondario di ieri, che aveva toccato quota 5,23%. Il bid-to-cover è stato 1,4 volte il finanziamento richiesto dal Tesoro, in rialzo dall’asta precedente.

A conti fatti, l’ultima asta dei quinquennali e quindicennali è stata un successo, di cui tenere conto: aumenti lievi dei rendimenti, aumento della domanda complessiva, tassi in discesa rispetto ai mercati secondari.

La reazione dei mercati alla buona performance dei BTp italiani non si è fatta attendere e l’ultimo dato parla di una diminuzione dello spread dei decennali dagli omologhi tedeschi, che ora si attesterebbe intorno a 168 bp, contro il picco dei 204 bp all’inizio della settimana.

Anche quest’ultima performance incoraggia sulle buone prospettive di collocamento prossime dei titoli poliennali, nonchè del clima di non sfiducia dei mercati verso il nostro debito sovrano.

E’ certamente presto per cantare vittoria, si attendono ulteriori aumenti dei rendimenti, soprattutto per scadenze più lunghe, ma complessivamente il mercato sta reagendo molto bene.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture